giovedì 30 giugno 2016

ATTUALITA' - TEMI SOCIALI - SOCIOLOGIA

UOMINI CHE MALTRATTANO LE DONNE: CHE FARE? 
A cura di Giuditta Creazzo e Letizia Bianchi 


Giuditta Creazzo svolge attività di ricerca, consulenza e formazione sui temi della violenza contro le donne. Dal 1990 è socia della Casa delle Donne per non subire violenza. Autrice di varie pubblicazioni sul tema, nel 2008 ha curato: "Scegliere la libertà: affrontare la Violenza". 

Letizia Bianchi è docente di Sociologia della Famiglia  presso l' Università di Bologna. Da molti anni presente nel dibattito del femminismo italiano. 

"Uomini che maltrattano le donne: che fare?"  (Carocci Editore   www.carocci.it )  è un volume che presenta i risultati di un progetto europeo realizzato a Bologna, Atene e Barcellona che si è posto seriamente la questione di cosa fare in relazione ai comportamenti violenti maschili e offre dei percorsi per affrontarla.  
Il fenomeno della violenza sulle donne è diventato un problema sempre più diffuso non solo in Italia ma in tutto il mondo, ma non per questo bisogna perdere le speranze per raggiungere la propria dignità e libertà individuale.

Questo testo infatti ci proietta verso una nuova dimensione, la riconquista della dignità e individualità umana, la riconquista dei proprio potere individuale attraverso i diritti sociali. Un testo che vuole informare sulla parte attiva della nostra società esprimendo la concretezza delle attivazioni sociali:  due anni di lavoro nel progetto europeo MUVI (Developing strategies to work with  Men  who Use Violence in Intimate Relationships) e ne costituisce la pubblicazione finale. La vita di MUVI si dimostrava  subito e sempre più feconda e coinvolgente e l'aspetto innovativo contagiava ben oltre il livello locale (inizialmente il progetto è stato presentato dal Comune di Bologna e finanziato nell'ambito del programma europeo Daphne II (2004-2008) dedicato a "Misure preventive dirette a combattere la violenza contro i bambini, gli adolescenti e le donne e a proteggere le vittime e i gruppi a rischio). 

Il primo programma di intervento fu fornito, nel 1977 a Boston, da un'organizzazione denominata "Emerge", mentre il centro Alternative alla violenza (ATV) di Oslo, il primo per la Norvegia e in Europa, fu fondato nel novembre 1987".  David Adams, fondatore di Emerge, sostiene la necessità di un modello trattamentale  pro-femminista sulla base dell'analisi di quanto poco i metodi psicologici già noti definiscono e problematizzano la violenza maschile contro le donne. Adams, inoltre, distingue tra metodi anti-femministe e terapia cognitivo-comportamentale. Entrambi ricorrono alla terapia di gruppo e danno un'enfasi particolare alla struttura. Quando la terapia cognitivo-comportamentale viene utilizzata come metodo di lavoro, spesso il problema del maltrattante viene identificato nella sua modalità di gestione della rabbia. Da questo presupposto, questa terapia mira ad aiutare l'uomo a gestire la propria rabbia in modo non violento attraverso programmi specifici (anger management). Adam ritiene che il modello pro-femminista sia il più utile, dal momento che si concentra esplicitamente sugli aspetti di potere e controllo che caratterizzano la violenza maschile contro le donne, sulla responsabilità della violenza e sugli atteggiamenti creati dalla società che motivano la sensazione di "avere diritto" a esercitare violenza. 

E' evidente che senza una precisa ed esplicita volontà politica si potrà fare ben poco. "L'humus" che, negli anni Settanta del Novecento, prima ha reso possibile l'apertura delle case rifugio per donne e successivamente di programmi per uomini, era costituito della presenza di un  contesto sociale e politico che aveva recepito la rilevanza delle questioni poste dal movimento delle donne. Da allora il contesto è certamente cambiato. 
Qualsiasi siano gli interventi che si intende attuare per rendere visibile la responsabilità maschile nel campo della violenza contro le partner o ex partner e per implementare programmi specifici a loro diretti, ogni decisione dovrebbe avvenire nella forma più partecipata possibile, tenendo conto di quanto la ricerca ha prodotto in chiave di ripresa di interesse sul fenomeno, di costruzione di legami tra persone e di scambi tra istituzioni diverse. Quello che è certo è che bisogna proseguire nel lavoro di  "tessitura sociale"e di ricerca di soluzioni concrete che il lavoro ha innestato poiché si sono create aspettative in molte persone e quindi a tutto ciò bisogna dare continuità. 


Concludendo posso affermare che tali fenomeni di violenza vanno fatti emergere, e bisogna denunciare qualsiasi violenza, soprattutto quella tra le "mure domestiche", queste sono le più pericolose e più a rischio. Non sottovalutiamo queste azioni, l'amore non è violenza, non è aggressione, non è umiliazione è tutt'altro... 
Bisogna capire la differenza tra l'amore e la violenza. L'amore non aggredisce, non picchia, non umilia...  ma comprende, offre, gratifica, accarezza....L'amore non fa del male ma vive per fare del bene...

Ci auguriamo che ci sia la possibilità di proseguire con le attività che sono state avviate con il progetto MUVI, che sostanzialmente si poneva come obiettivo la verifica delle condizioni per l'apertura di un centro che si occupa di uomini che "usano" violenza, dirigendoci verso l'implementazione di azioni concrete in questo ambito, naturalmente non importate acriticamente, ma adattate alle diverse realtà locali, ciascuna con la sua complessità,la sua cultura e la sua storia. 
Ecco alcuni CENTRI ANTI-VIOLENZA  IN ITALIA che sono assolutamente GRATUITI. 

 Le donne vittime di violenza possono comunque rivolgersi a ospedali nazionali, ambulatori pubblici e centri di sostegno psicologico. Gruppi di donne e altre organizzazioni cercano di offrire gratuitamente alle donne vittime di violenza alcuni servizi: supporto e consulenza legale, sostegno psicosociale, sostegno finanziario.
Ricordate sempre una cosa...meglio aprire gli occhi prima (riconoscere la violenza) che non aprirli  MAI più....! 

Anna A. 


















mercoledì 29 giugno 2016

SVILUPPO E CRESCITA PERSONALE

IL TUO VIAGGIO E' ORA  di Raffaele Cammarota




RAFFAELE CAMMAROTA  è comunicatore, scrittore e docente. Ha una laurea in Economia e Commercio conseguita alla "Sapienza" di Roma. Specializzazioni post-laurea in "Strategie di Marketing", "Economia del Turismo" e "Comunicazioni e Relazioni Pubbliche". Ideatore e direttore del Progetto Multimediale "Pianeta Sud" per la valorizzazione territoriale e del patrimonio socioculturale del sud  Italia. Opinionista e autore di articoli specialistici per portali on-line di attualità, politica e costumi.  
Profondo assertore dell'importanza del pensiero positivo da sempre attratto da tutto ciò che riguarda il miglioramento e la crescita personale, studia e approfondisce costantemente le conoscenze in materia di comunicazione strategica, motivazione, PNL, Scienze dell' alimentazione, biometeorologia, meditazione, tecniche di rilassamento. 

"IL TUO VIAGGIO E' ORA" ( Phasar Edizioni ) è un libro affascinante poiché completa  la "Trilogia del Viaggio", iniziata dall'autore con il libro: "Vuoi vivere o sopravvivere?"  seguito dal secondo libro: "Autore della tua vita" e quest'ultimo: "Il Tuo Viaggio è Ora" un viaggio dove Raffaele Cammarota ci riaccompagna nel magico mondo della conoscenza di se stessi, degli altri e del mondo. 

Il mio obiettivo in questa trilogia e in particolare in questo libro è quello di trasmettere importanti conoscenze, spunti di riflessione di esperienze vissute, oltre a profondi suggerimenti che potranno migliorare costantemente la qualità della propria vita, attraverso la conoscenza di sé stessi e la consapevolezza del QUI E ORA. Suggerimenti che insegnano a vivere l'attimo PRESENTE. Vivere il presente pienamente significa assaporare ogni sensazione, odore e colore, sfumatura senza pensare e preoccuparsi per il domani. Questo è il vero segreto della felicità. Perché la felicità non è una mèta da raggiungere, ma uno stato dell'animo quotidiano, perché non è importante dove vai, ma ciò che provi durante il viaggio. Non c'è un mezzo per essere felici...ma in realtà la felicità stessa può essere il mezzo. 

Come afferma il poeta Alfred Souza: "Per tanto tempo ho avuto la sensazione che la mia vita sarebbe presto cominciata, la vera vita! Ma c'erano sempre ostacoli da superare strada facendo, qualcosa di irrisolto, un affare che richiedeva ancora tempo, dei debiti che non erano ancora stati regolati. In seguito la vita sarebbe cominciata. Finalmente ho capito che questi ostacoli erano la vita! "

Ecco alcuni modi attraverso i quali puoi provare a fermare i tuoi pensieri affinché smettano di regolare la tua esistenza: 
1) Non pensare troppo al futuro o al passato 
2) Comprendi che sei già nel posto giusto 
3) Impara l'assenza di giudizio
4) Impara ad ascoltare
5) Entra in contatto con i tuoi sensi
6) Impara ad assaporare
7) Fai del movimento
8) Sii creativo 
9) Ricordati di respirare
Poi osserva quello che provoca in te tutto ciò, lo stato di pace profonda che si crea. E con le parole di Osho ti suggerisco...." Sii cosciente! Qualunque cosa fai,  falla coscientemente. E insisto: "Non ti dico che devi fare certe cose e non altre, no. Basta che tu sia consapevole di tutto ciò che fai, e un po' alla volta ogni tua azione ti renderà sempre più asciutto. Imparerai  ad essere distaccato, perché il distacco è la conseguenza della consapevolezza". 

Beppe Severgnini, in maniera lucida e brillante ci insegna l'arte di avere il coraggio. Nel suo libro "La vita è un viaggio" ci scrive..."Non sempre i marinai possono scegliere il momento della partenza. Ma sanno una cosa: timore e avventura navigano insieme. Chi non ha mai avuto paura non è mai partito. E chi non parte non arriva. Una delle sensazioni più odiose, invecchiando, è guardarsi indietro e capire di non essersi mai mossi. Il porto sembrava un riparo; di fatto era una trappola. Niente mare aperto, niente navigazione: solo alghe sotto la chiglia". 

Il coraggio serve per guardarsi dentro, accettare noi stessi così come siamo, compresi i nostri limiti, capire chi siamo, e decidere dove andare. Ed è qui che ci vuole CORAGGIO: capire in quale direzione muoversi per lo sviluppo del nostro essere. 
Ricorda il tuo mondo si muove se sei TU A MUOVERTI per primo. E se muoverai il primo passo, se saprai vivere nel presente, sempre con positività, accettazione, assenza di giudizio, concentrazione passiva, coraggio, assaporando ogni momento, vedrai che al resto ci penserà la Vita! 

Vivi la tua vita pienamente! Fai pace con il tuo passato e niente ansia per il tuo futuro, così non rovinerai il tuo presente...Prenditi cura di te stesso, del tuo corpo e di chi ti sta vicino...Abbi il coraggio di uscire dagli schemi ed esprimi al massimo la tua unicità. 
ASCOLTA, IMPARA, CONFRONTATI  e LEGGI... ma non seguire nessuno perché ricorda che la tua unica, vera guida sei solo TU!   Anna A. 











lunedì 27 giugno 2016

PSICOLOGIA

CHE COSA SONO LE NEUROSCIENZE COGNITIVE di ANDREA MARINI 

Andrea Marini insegna Psicologia del linguaggio e Neuroscienze cognitive all'Università di Udine. Autore di libri e contributi scientifici, coordina progetti presso gli Istituti di Ricerca Medea e Santa Lucia e la Scuola Provinciale Superiore di Sanità "Claudiana" di Bolzano. 

"CHE COSA SONO LE NEUROSCIENZE COGNITIVE" (Carocci Editore) è un libro che intende fornire al lettore una visione generale del funzionamento del cervello e dei suoi rapporti con quell'insieme di abilità che vanno sotto il nome di "funzioni cognitive". 
Il cervello è un formidabile sistema biologico in grado di eseguire miliardi di calcoli al secondo consumando molto meno di una semplice lampadina da frigorifero.

"Le neuroscienze cognitive" costituiscono un approccio multidisciplinare allo studio dei rapporti tra funzionamento del cervello e prodotti della mente. Si tratta quindi di una disciplina ibrida, prodotto della convergenza tra ambiti d'indagine diversi. Questa eterogeneità ne costituisce anche il principale punto di forza. 
Ma quali sono gli obiettivi delle neuroscienze cognitive?
Sicuramente molteplici. Potremmo dire che l'obiettivo principale consiste nell'indagare le basi neurali del comportamento umano cercando in primis di rispondere a domande del tipo: "Com'è organizzata la memoria del cervello?". Nel fare questo vengono fatti convergere i risultati provenienti da osservazioni del comportamento di pazienti con lesioni cerebrali, da studi sulle attivazioni cerebrali durante l'esecuzione di compiti specifici in persone sane, da simulazioni al computer del funzionamento del cervello, dall'osservazione dello sviluppo delle funzioni cognitive in età evolutiva ecc. E' stato così possibile superare vecchie concezioni basate prevalentemente sulla sola osservazione di pazienti, come quelle legate all'idea di poter localizzare funzioni complesse in singole aree del cervello. 

MEMORIA E APPRENDIMENTO 
Anche la memoria è fondamentale per il funzionamento della nostra mente. In effetti, lo studio di questa complessa abilità, condotto su più livelli, spinge a riconsiderare l'asserzione cartesiana secondo cui "io penso, dunque sono ". In realtà noi non siamo ciò che siamo perché pensiamo, ma in quanto siamo in grado di memorizzare costantemente nuove informazioni sulla nostra vita e organizzarle in un flusso coerente. In altri termini , noi siamo la somma dei nostri ricordi. 
La memoria è indispensabile per consentire l'apprendimento. 
Lo studio della memoria procede su almeno tre fonti: dal punto di vista della psicologia cognitiva ci si concentra sull'identificazione dei processi alla base dell'immagazzinamento e del recupero delle informazioni apprese e si formulano modelli sulla struttura e sul funzionamento della memoria; dal punto di vista delle neuroscienze cognitive l'obiettivo diventa identificare le reti neurali responsabili di questi processi con l'intento di confermare o eventualmente modificare i modelli proposti dalla psicologia cognitiva; infine, da un punto di vista biologico, l'attenzione si sposta sui meccanismi che permettono lo scambio d'informazioni tra i neuroni. 
Nel complesso, oggi sappiamo che esistono diverse forme di memoria: alcune a brevissimo/breve termine, altre a lungo termine, alcune consapevoli, altre inconsapevoli. Sappiamo inoltre che queste forme di memoria sono spesso implementate in reti neurali diverse. 

Il capitolo conclusivo di questo libro mirerà, a fornire al lettore un'idea delle attuali frontiere delle neuroscienze cognitive che monopolizzeranno l'interesse dei ricercatori nel XXI secolo. 
Negli ultimi vent'anni, l'applicazione di tecniche d'indagine sempre più accurate ha consentito di modificare ulteriormente la nostra concezione dei rapporti tra i prodotti della mente e il funzionamento del cervello. Nello specifico, come vedremo, oggi si ritiene che le funzioni cognitive non siano localizzabili in singole aree ma siamo il prodotto di gruppi di aree organizzate in reti neurali. 
L'approccio neuropsicologico mira non solo a identificare le caratteristiche di uno specifico disturbo ma anche a sviluppare test in grado di identificare disturbi intellettivi e cognitivi, quantificandone la gravità e consentendo ai clinici di sviluppare percorsi riabilitativi adeguati in vista del recupero funzionale del paziente. Infine, le neuroscienze cognitive mirano a testare la validità (eventualmente anche falsificandone i presupposti) delle teorie del funzionamento cognitivo avanzate da altre discipline come la psicologia generale, consentendo in questo modo di comprendere meglio la natura del comportamento umano.  Anna A. 




sabato 25 giugno 2016

LETTURE - BIOGRAFIE

              DOPO DI TE   di  SIMONA ATZORI                                


Simona Atzori  è nata a Milano nel 1974 da genitori sardi. E' una ballerina, pittrice e scrittrice italiana. Pur essendo senza braccia, non si è mai persa d'animo ed ha intrapreso sin da giovane l'attività di pittrice e di ballerina classica. Nel 2001 si è laureata in "arti visuali" alla University of Western Ontario a London (Canada). Ha scritto anche un altro libro: "COSA TI MANCA PER ESSERE FELICE? "(nel 2011 con nuova ristampa nel dicembre 2015). 


"DOPO DI TE" (Mondadori) è un libro autobiografico dove Simona racconta (con parole toccanti) le emozioni del distacco dalla sua cara mamma. 
"Le ho scritte queste parole per dirle di come sono passata attraverso il mio dolore, cercando di essere all'altezza del suo esempio".

La perdita della mamma di Simona diventa simbolo estremo di tutti i lutti, un insegnamento ricco di tanto amore che riesce a trasformare qualsiasi dolore.

Simona che, con semplicità e naturalezza ha raccontato la sua storia in questo libro, riesce ad esprimere se stessa con valore e "freschezza" sussurrando con la "voce del cuore" il vero senso della vita: la sua vita.
Una vita ricca di amore, che attraverso la sua "particolarità" ci insegna e ci proietta verso una vita migliore. 


"Dopo di te" vuole essere il racconto "intimo" di questa sua ultima fase di vita , ma ha voluto anche ripercorrere degli anni del suo e del nostro passato. 
Simona infatti "ha toccato" con delicatezza temi che coinvolgono tutti: dall'essere bambina, a sentirsi figlia, allo stare in famiglia, ha cercato di riportare ogni sfaccettatura della nostra vita quotidiana, con le sue difficoltà, cercando di sottolineare la figura di una donna una vera donna (sua madre), che non si è mai arresa di fronte alle difficoltà, che ha scelto di non abbattersi né quando è nata lei, né quando ha dovuto affrontare la sua malattia. 
Una donna, una madre che insegna ad amare la vita, che insegna ad avere il coraggio di affrontare qualsiasi cosa, una madre che le insegna di non mollare mai, e di essere fiera e felice di ciò che possiede, una madre che le lascia il dono delle "ali" che le insegna veramente a volare. 
Una madre che le ha insegnato ad essere umile, poiché l'umiltà coincide con le parole: sincerità e verità.  
Quando cominciamo a prendere veramente coscienza di quello che siamo, delle nostre abitudini, dei pregiudizi, dei nostri limiti, ma anche dei doni che abbiamo, siamo all'inizio di una trasformazione del nostro cuore. 

"Mia madre mi ha sempre insegnato ad amare la vita, e mi ha dato tutti "gli strumenti" necessari per affrontare il "dopo di te", una condizione di vita che riguarda non solo le persone malate, ma tutti i figli in generale". 
"Le sue braccia sono rimaste in cielo, la mia normalità agli occhi degli altri è straordinarietà, ma vi assicuro che questo è la mia ordinarietà, il mio modo di vivere". Simona Aztori 

"I limiti sono solo negli occhi di chi ci guarda....di chi non conosce il vero senso della vita, di chi non sa amare se stesso e non conosce il valore del dono ricevuto. La vita è un dono inestimabile, impariamo ad AMARLA! 
Anna A.   



















martedì 21 giugno 2016

MEDICINA ALTERNATIVA - MEDICINA NATURALE

TEMPO DI GUARIRE di BEATA BISHOP 
Cibo e Medicina: curare il cancro "Incurabile"


Beata Bishop psicoterapista, scrittrice e giornalista della BBC, è guarita da un melanoma grazie alla terapia Gerson. Nel 1993 è stata tra i fondatori del Gerson Support Group in Gran Bretagna e nel 1989 ha introdotto la terapia Gerson in Ungheria. 

"Tempo di Guarire" (Verdechiaro Edizioni) è un libro che descrive il percorso della malattia dell'autrice, il suo lungo e tortuoso viaggio verso la distruzione del cancro. Grazie al metodo di Gerson, è riuscita infatti a sconfiggere questo male e a recuperare quel benessere psicofisico da tanto tempo desiderato. 

Lo scopo di questo libro è quello di inviare un messaggio di speranza per coloro che attualmente vivono questo dramma, un messaggio che la scrittrice vuole regalare e che grida con tutte le sue forze di non mollare MAI...
La sua testimonianza è dettata dall'amore per la vita, dalla sua forza infinita... e soprattutto da una terapia non convenzionale, forse per qualcuno ancora non molto conosciuta...il Metodo Gerson
Questo metodo creato dal dott. Max Gerson è basato solo sull'alimentazione naturale e non richiede cure specifiche come la medicina tradizionale: la chemioterapia e altro... ma basata semplicemente su alimenti freschi coltivati  senza trattamenti chimici o composti vari.  

Il dottor Max Gerson, circa settant'anni fa, sostenne e insegnò l'importanza di consumare alimenti freschi e naturali poiché solo questi accelerano il processo di guarigione e oggi, finalmente, abbiamo compreso la concretezza dei suoi insegnamenti. 

Il concetto nutrizionale su cui si basa la teoria del dott. Max Gerson è che la mancanza di ossigeno nel sangue, favorisce lo sviluppo di patologie degenerative, il suo programma terapeutico ha come obiettivo quello di aumentare l'ossigenazione dell'apparato circolatorio fino a raddoppiarla. 
In pratica il programma curativo di Gerson si è rivelato anche un valido aiuto per superare la quasi totalità di altre malattie e in particolar modo per i tumori maligni è risultato più veloce ed efficace di quello dei trattamenti chemioterapeutici. 
Analizzando le statistiche, per esempio, la chemioterapia produce in media una remissione totale del 12% dei casi trattati (7% per il tumore del colon e 1% per quello del pancreas), mentre la Terapia Gerson garantisce in media una remissione completa nel 42% dei pazienti sottoposti al trattamento, in maggioranza colpiti da tumori allo stadio terminale. 

Il nucleo della Terapia Gerson è costituito da una dieta a base di frutta e verdura fresche, coltivate secondo i principi dell'agricoltura biologica, nonché l'assunzione giornaliera di tredici bicchieri di succo fresco, (anche centrifughe di verdure) preparati e consumati a intervalli di un'ora. L'abbondante consumo di frutta e verdure fresche serve a garantire al paziente l'assunzione di un'alta percentuale di minerali, enzimi, betacarotene, vitamine A e C e altri antiossidanti che bloccano i radicali liberi. 

La vita di Beata Bishop è cambiata totalmente da quando ha adottato questo tipo di alimentazione. 
Inizialmente non conoscendo questo metodo, fu sottoposta ad un intervento chirurgico. In seguito documentandosi su altre l'alternativa e metodi di guarigione, rifiutò di sottoporsi ad altri interventi e anche alla chemioterapia. Decise di "prendere in mano" il suo destino e trascorse due mesi nella clinica di Gerson in Messico, e poi proseguì per due anni la dieta a Londra. 
Trascorse anni di duro lavoro e dopo tanta sofferenza, sempre accompagnata da una sana e naturale alimentazione, riuscì a disintossicarsi completamente e a debellare il cancro.  Oggi (trentaquattro anni dopo la diagnosi della malattia) è guarita completamente e vuole comunicare al mondo la sua vittoria per la sua "rinascita" completa. 

Questo libro è il "frutto" di una preziosa testimonianza di coraggio e determinazione, la cui validità viene sempre più confermata da recenti ricerche in campo medico. 

" Avrei dovuto morire per un melanoma maligno più o meno nel giugno del 1981. Oggi non solo sono perfettamente in salute, ma anche piena di energia". Beata Bishop

Noi siamo parte della natura e il nostro organismo può prosperare solo grazie ad alimenti naturali, aria pulita e ambienti privi di tossine. 
Un consiglio personale...Fate attenzione quando acquistate i prodotti biologici, non tutti sono prodotti affidabili, comprate possibilmente da coltivatori diretti. 
Anna A. 












sabato 18 giugno 2016

PERCORSI DI CONSAPEVOLEZZA - CRESCITA SPIRITUALE

VIAGGIO VERSO L'ESSERE di Rosy Sgrò, Giuseppe Savoca e Angela Vimercati

Tre autori che hanno molto in comune e che si ritrovano a compiere un "viaggio" insieme al lettore che li condurrà a crescere nel loro percorso spirituale. 

"Viaggio verso l'Essere" (Edizioni GrafiCreo) è un libro così diverso da molti altri libri, un libro che proietta il lettore verso una nuova dimensione "purificata", la vera realizzazione del proprio essere: "la realizzazione dell'anima". 
Grazie ad un linguaggio semplice e scorrevole, questa opera è scritta con la massima umiltà e umanità ed estrema unicità. 

Ci troviamo in un momento unico della storia, un momento difficile, sempre più in crisi, un momento delicato poiché molti punti di riferimento ci vengono negati. E proprio per questo ognuno di noi deve "imparare" a riconoscere sé stesso, la parte più profonda della propria essenza, quella che condurrà ogni ESSERE umano all'eccellenza e alla vera realizzazione.  
Fino ad oggi la coscienza della comunità umana è stata tenuta in condizioni di ignoranza, di indifferenza, ora è arrivato il momento di iniziare a "risvegliare", a motivare la propria esistenza, elevare la propria anima. 
Attualmente siamo in balìa di un viaggio violento e drammatico, che ha il volto di una crisi epocale, estesa a tutti gli aspetti della nostra vita...è arrivato il momento di "guardare oltre" i nostri limiti e i nostri pregiudizi...La coscienza collettiva vuole sapere e conoscere la verità di questa nuova evoluzione interiore ed è questo che sta ricercando: "una nuova nascita" una nuova riconquista che porta alla pienezza della vita, una nuova "rinnovazione", una profonda elevazione della propria anima e della vera realizzazione. 

"Viaggio verso l'Essere" è considerato anche un libro trasversale per eccellenza, un'opera concreta e utile a coloro che vogliono elevarsi al di sopra della massa, per coloro che vogliono trascendere la limitazione umana e armonizzare il proprio spirito interiore. 

E' un'opera che descrive ed esprime chiaramente come ogni essere umano può "utilizzare" e imparare a "modellare" se stesso attraverso strumenti utili, utilizzando con praticità per scoprire il vero senso della propria identità. La nostra difficoltà principale è che a volte manca una vera e buona comunicazione interiore. 
Bisogna ascoltare, più che parlare, poiché è questo il modo più efficace per entrare in sintonia con gli altri. La pratica più importante è quella di coltivare la comprensione, ma per entrare in contatto con gli altri, dobbiamo prima di tutto, essere disposti a osservare a fondo noi stessi. 

La persona che soffre di più a questo mondo è la persona che non ama se stessa, è la persona che ha molte percezioni sbagliate della propria vita ed è quella che non conosce la propria coscienza. 
La coscienza è come un campo che contiene ogni genere possibile di semi: semi di amore, compassione, gioia ed equanimità; semi di rabbia, paura e ansia, e anche semi di presenza mentale. 
Adesso tocca a te...Osserva a fondo la natura delle tue sensazioni per scoprire le radici, per capire quali sensazioni hanno bisogno di essere trasformate e per alimentare quelle che portano pace, gioia e benessere. 
E ricorda che...Questa è la pratica fondamentale della "MEDICINA PREVENTIVA! 
Non dimentichiamolo MAI!!! Anna A. 

























martedì 14 giugno 2016

ALIMENTAZIONE NATURALE - RICETTE PER LA SALUTE

GIOVANI E SANI CON LA GIUSTA ALIMENTAZIONE di LUMIRA , ELISABHET BUTTER
150 RICETTE VEGAN E CRUDISTE 


Lumira coltiva le doti di guaritrice sciamanica. Attraverso le sue esperienze di meditazione e della kinesiologia giunge a sviluppare un metodo integrato per la salute olistica e la crescita personale. Attualmente conduce seminari in diversi paesi del mondo. E' autrice di diversi libri. 
Elisabhet Butter è dottoressa in microbiologia e madre della sciamana Lumira. 

"Giovani e Sani con la giusta Alimentazione" (Macro Edizioni) è un libro ricco di consigli utili e pratici, che le autrici mettono a disposizione per coloro che vogliono migliorare il proprio stile di vita, sostituendo o correggere la propria alimentazione in modo naturale e più salutare. Una scelta "naturale" significa adottare uno stile di vita diverso con prodotti biologici da consumare anche crudi. In pratica una scelta migliore per praticare una sana alimentazione naturale dal punto di vista biologico etico e spirituale. 
Questo libro è formato da due parti: nella prima parte ci sono le informazioni e consigli utili da prendere in considerazione quotidianamente. Nello specifico vengono dettate le caratteristiche dei prodotti da selezionare e quelli da consumare in modo semplice e facile da preparare. 
Nella seconda parte invece vengono descritte le varie ricette (150 esattamente) vegan e crudiste da scegliere, quelle più adatte alle nostre esigenze e per i nostri gusti, ricette facili e veloci da preparare anche per coloro che non sono esperte in cucina. 

Il nostro stile di vita, e soprattutto la nostra alimentazione, determinano il nostro rapporto con la natura e la nostra qualità della vita.  Se siamo quello che mangiamo, per raggiungere un benessere del tutto naturale, ci basterà conoscere cosa mangiare e come mangiarlo. 
Se mangiamo prodotti artificiali "combinati" con sostanze chimiche, sarà difficile mantenere un corpo sano e in equilibrio perfetto.
Seguendo una dieta vegetariana, o vegana, il corpo sicuramente avrà la possibilità di ristabilire un equilibrio e rigenerarsi in armonia con l'universo e con noi stessi. 

Tutto sarà in armonia e in equilibrio fintanto vivremo secondo le leggi naturali, in armonia con la natura; se invece modifichiamo l'alimentazione con prodotti composti, il nostro corpo subirà uno squilibrio apportando malesseri che spesso con il passare del tempo si riveleranno dannose per il nostro benessere psicofisico globale. 
La scelta dell'alimentazione quindi deve essere sempre accurata e selezionata ma soprattutto deve essere ben bilanciata. 
La scelta di una dieta vegetariana, vegana, crudista o igienista (qualsiasi essa sia) è una scelta che deve essere fatta non solo dettata da motivi etici e morali, ma dovrà orientare ogni persona a uno stile di vita più sano e sicuramente più longevo. 
Poiché come sappiamo gli alimenti più "vivi e sani" sono quelli che si possono mangiare così come la natura li ha creati e che ci ha donato, senza bisogno di "manipolarne" il gusto per renderli appetibili. 

Quindi seguite queste ricette, mangiate bene e ben presto scoprirete tutto un nuovo universo di piacere gustativo e assaporerete nuovi gusti di cui prima non vi eravate mai accorti. 
Le autrici consigliano ai lettori soprattutto le ricette di zuppe, di verdure e cereali. (Se li coltivate voi ancora meglio!)

E ricordate soprattutto che un gran numero di malattie dipende dall'alimentazione e da uno stile di vita adottato, quindi un consiglio  che posso offrirvi personalmente e che dovrebbe essere alla "portata" di tutti... è questo: "...Mangiate sano, mangiate naturale...Usiamo di più la forchetta ...e sicuramente allontaneremo il bisturi in modo "naturale" dalla nostra vita! "  Anna A. 











lunedì 13 giugno 2016

ECONOMIA - SAGGI

L'ESTINZIONE DEI DINOSAURI DI STATO di EUGENIO CARUSO


Eugenio Caruso è esperto di direzione di progetti di ricerca e sviluppo, di gestione d'impresa, di marketing e di comunicazione.
Autore di numerosi libri e di centinaia di pubblicazioni e ha al suo attivo diversi brevetti dirige il portale "impresa oggi".

"L'estinzione dei dinosauri di Stato"  (Mind Edizioni) è un libro che mostra come i grandi "dinosauri politici" la Democrazia Cristiana, il Partito Socialista, il Partito Comunista e i partiti minori, nell'arco di pochi anni siano scomparsi, uccisi dalla mancanza di "cibo"che li manteneva in vita: il consociativismo, e la contrapposizione ideologica tra comunismo e capitalismo. 

Perché l'Italia, "tigre economica" degli anni '50 e '60, sta diventando sempre più un Paese povero e depresso...?
In questo libro c'è un profilo completo della storia d'Italia dal 1946 a oggi: quello che gli italiani devono sapere affinché il Paese non ripercorra gli errori di un passato non molto lontano. 
Questo testo è composto da 14 Capitoli così articolato: 
1 Capitolo: La Repubblica - 2 Capitolo: Il Centro-Sinistra (1961-1976) - 3 Capitolo: Il Compromesso storico - 4 Capitolo: Consociativismo e corruzione - 5 Capitolo: I Rampanti anni Ottanta (1981-1990) - 6 Capitolo: Un terremoto politico (1991-1993) - 7 Capitolo: Il Federalismo - 8 Capitolo: Le privatizzazioni di Iri ed Eni -
9 Capitolo: L'inchiesta mani pulite - 10 Capitolo: L'assetto politico dal 1994 al 1998 -11 Capitolo: Dal 1998 al nuovo millennio- 12 Capitolo: Le politiche economiche dagli anni Novanta al nuovo millennio- 13 Capitolo: La politica del primo decennio del Duemila- 14 Capitolo: La politica economica del primo decennio del Duemila.  

Il sistema produttivo mondiale sta affrontando i marosi di un vero e proprio rivolgimento che va sotto il nome di "new economy": la nuova economia che ha iniziato a svilupparsi negli anni Novanta, un'economia che attraverso la nuova tecnologia comporta una vera rivoluzione del sistema economico che sta conducendo la massa delle imprese dei Paesi più industrializzati a modifiche culturali e organizzative. (Caruso 2003) 

La rivoluzione succitata è caratterizzata da una serie di elementi distintivi che non possono non rientrare in un concetto di nuova economia. Ieri l'azienda era focalizzata su aspetti tangibili o misurabili (strutture, impianti, materie prime, lavoro, capitale, bilanci), oggi sono gli aspetti intangibili che dettano le regole della competitività (leadership, comunicazione, informazione,conoscenza, sfida). 
Imprenditori e manager devono fronteggiare situazioni contraddittorie e dilemmi, ma spesso sono impreparati a fondere gli opposti, ad affrontare il paradosso, a misurare "l'immisurabile". Ora la nuova economia richiede loro un salto rispetto alla tradizione deterministica e l'abbandono di regole, definizioni e paradigmi che sono ancora alla base della vecchia cultura. 
Osserva Franco Bernabé:"Old Economy e New Economy sono due definizioni che ben presto spariranno, e il perché è semplice. L'economia è una sola. L'attività economica consiste nel servire il consumatore; è produrre beni e servizi che il mercato è disposto a comprare". 
Se il sistema economico mondiale avesse seguito questo principio, si sarebbe forse evitata la grave crisi scoppiata nel 2008 con i mutui subprime. 

La nascita, la maturità e il declino dei dinosauri economici non possono essere disgiunti dal contesto ambientale che li ha generati, allevati e poi condannati. L'inizio dell'agonia dei dinosauri economici è stato preceduto dalla scomparsa repentina dei dinosauri politici, i grandi partiti che hanno governato il Paese per cinquant'anni dalla fine della guerra. Dopo la scomparsa dei dinosauri politici e di quelli economici si è avuta quella del dinosauro più combattivo e pericoloso per una crescita ordinata dell'economica: il sindacato. 

Secondo l'economista austriaco  Joseph Schumpeter: "Ogni produzione consiste nel combinare materiali e forze che si trovano alla nostra portata. Produrre altre cose o le stesse cose in maniera differente significa combinare queste cose e queste forze in maniera diversa". 
Joseph Schumpeter fa notare che questo modello di economia non corrisponde alla realtà e lo supera con il ben noto approccio "dinamico".
In un'ipotetica economia basata sul modello statico, i beni vengono prodotti e venduti secondo la mutevole domanda dei consumatori, ma i prodotti scambiati rimangono sempre gli stessi e le strutture economiche non mutano.
In pratica le fasi di trasformazione sotto la spinta di innovazioni maggiori vengono chiamate "distruzione creatrice". 

Il termine "distruzione creatrice" è stato coniato dall'economista Schumpeter ed esprime il concetto secondo cui l'innovazione di una società libera e capitalista, può impattare su determinati settori così intensamente da obbligare le società che vi appartengono ad evolversi o estinguersi. 
Con questa definizione si conferma infatti, il drastico processo selettivo che le contraddistingue, nel quale molte imprese spariscono, altre ne nascono, e altre si rafforzano.
DISTRUZIONE perché vengono superati vecchi metodi produttivi, tecnologie, conoscenze e risorse umane; CREATRICE perché solo da questi cambiamenti scaturisce il nuovo. Gli imprenditori disposti a innovare sono i protagonisti della distruzione-creatrice. 

Seguendo il filo logico della teoria di Schumpeter, possiamo ritenere che al termine della crisi esisteranno altri prodotti e altri mercati, che molte imprese saranno decedute, che molte saranno nate e, considerando le basse capitalizzazioni di quasi tutte le medie e grandi imprese, che molte di esse si troveranno ad avere nuovi "padroni". E' evidente quindi che da questa "distruzione creatrice" nascerà un nuovo mondo economico.  
Anna A. 










 







sabato 11 giugno 2016

ANIMA - CORPO- MENTE- SPIRITO - ALIMENTAZIONE E SALUTE

THE CHINA STUDY - RICETTE A 5 STELLE di T.Colin Campbell e Leanne Campbell 

T.Colin Campbell è stato per oltre 40 anni in prima linea nella ricerca nutrizionale. La summa del suo lavoro è rappresentata da "The China Study", lo studio più completo sul rapporto tra alimentazione epatologie di cui è autore assieme al figlio Thomas M.
E' professore emerito presso la Cornell. I suoi principali interessi scientifici riguardano gli effetti della nutrizione sulla salute, in particolare relativamente al rapporto dieta/cancro. Ha condotto numerose ricerche a riguardo e ha ricevuto per questi studi numerosi premi. Oggi afferma con forza che una dieta sana è l'unica scienza biomedica del futuro.
Leanne Campbell, figlia di T. Colin Campbell, da ormai vent'anni studia e mette in pratica una cucina a base di alimenti vegetali e naturali. 

"The China Study - Ricette a 5 Stelle" (Macro Edizioni) è un libro che segue i principi di "The China Study" con ricette semplici, ingredienti facili da reperire e preparazioni passo a passo. Le ricette presentate in queste pagine sono in linea con il messaggio di salute che Leanne Campbell vuole dare un contributo concreto con l'intenzione di aiutare i lettori a preparare piatti veloci e nutrienti dopo una lunga giornata di lavoro. 
In questo libro infatti sono presentate 150 piatti vegetali, integrali, senza zucchero di famosi Chef ed esperti autorevoli. 

"In più di cinquant'anni di ricerca biomedica, con la mia equipe ho potuto constatare un numero infinito di volte che una dieta vegetale integrale promuove la salute ottimale e la prevenzione, e in molti casi anche la regressione di cardiopatie, diabete, obesità, cancro, malattie autoimmuni e cerebropatie". (T. Colin Campbell)

Nel 2005, nutrirsi di alimenti di origine vegetale era considerata una pratica radicale rischiosa e malsana. ma in seguito, tra gli altri, Mark Bittman, critico gastronomico del "New York Times", ha pubblicato un libro dal titolo VP6: "mangia vegano prima delle 6:00 per dimagrire e ritrovare definitivamente la salute", che è presto diventato un bestseller. E l'ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton ha annunciato che la sua dieta a base vegetale (in parte ispirata dal The China Study) gli ha permesso di guarire dalla cardiopatia! E James Cameron, produttore di Titanic e di Avatar e detentore del record di immersione nell'oceano, ha affermato di aver cambiato quasi da un giorno all'altro la sua dieta e quella di tutta la sua famiglia dopo aver letto "The China Study". 
Oggi Campbell ci insegna che la sana nutrizione è la vera medicina del futuro e che solo curando la dieta sarà possibile fermare la diffusione delle patologie degenerative delle società sviluppate. Per far sì che queste conoscenze diventino di dominio pubblico ci sarà bisogno della collaborazione dei mezzi di comunicazione di massa, delle società scientifiche e di tutti gli operatori del settore. 

"La gente deve sapere che le sostanze provenienti dai cibi di origine animale incrementano lo sviluppo dei tumori, mentre quelli provenienti dai cibi di origine vegetale lo riducono". T. Colin Campbell

"E' importante consumare una grande varietà di vegetali allo stato naturale per ottenere una salute ottimale". Leanne Campbell

La ricompensa va ben al di là della riconquista della salute per ciascuno di noi: è un modo di nutrirsi che porta benefici sociali, ecologici e anche planetari di enormi proporzioni. 



Ecco una ricetta consigliata da Leanne Campbell:
PANFRUTTO ALLA BANANA (RICETTA DELLA MAMMA)

280 g di farina integrale 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1 cucchiaino di lievito in polvere
4 banane mature 350 g di succo concentrato di mela
3 cucchiaini di sostituto per uova (vedi Suggerimento) mescolato a 6 cucchiai di acqua

PREPARAZIONE:
Preriscaldate il forno a 180 °C. 2. Mescolate gli ingredienti secchi. 3. Schiacciate le banane e mescolate con il succo di mela, il sostituto per uova e l’acqua. 4. Mescolate ingredienti liquidi e secchi e lavorate con la frusta finché saranno amalgamati. 5. Versate l’impasto in uno stampo non aderente per pane in cassetta o plum-cake e cuocete per 60 minuti.

SUGGERIMENTO Per sostituire le uova, oltre al sostituto per uova in commercio, che dev’essere usato in base alle indicazioni riportate sulla confezione, si può ricorrere a molti prodotti differenti.
Qualche esempio: 1 cucchiaio di semi di lino macinati mescolato a 3 cucchiai d’acqua;
1 cucchiaio di semi di chia sciolti in 3 cucchiai d’acqua; ½ banana schiacciata; 60-80 ml di tofu vellutato; 60 ml di mousse di mele (tutte le dosi indicate corrispondono a 1 uovo).


Una buona alimentazione crea salute in tutti gli ambiti della nostra esistenza poichè tutte le parti sono interconnesse. Anna A.    





martedì 7 giugno 2016

SVILUPPO E CRESCITA PERSONALE

REALIZZA IL TUO SOGNO di FRANCESCO BANDINU 
L'INTENTO E LA VOLONTA' CREANO LA REALTA' 




Francesco Bandinu scrittore e fondatore del blog "EVOLUZIONE OLISTICA". Oggi può essere definito un ricercatore e divulgatore di benessere psicofisico con oltre 15 anni di esperienze concrete e dirette nella crescita personale. Ha scritto altri testi tra cui: "Il Potere del Qui ed Ora"; "Meditare Qui ed Ora" (anche in versione ebook). Vive a Milano e tiene corsi e seminari di crescita e sviluppo personale in tutta Italia. 


 "Realizza il Tuo Sogno" (Self-Production) è un testo che insegna e proietta ogni lettore verso una concreta realizzazione dei propri sogni. Lo scopo dell'autore infatti  è quello di offrire semplicemente informazioni concrete di facile applicazione poiché  adotta un linguaggio chiaro e diretto, che può essere definito un insegnamento di "lusso della semplicità". 

"Realizza il tuo Sogno" non è solo un testo, ma è diventato, da qualche anno, un vero e proprio servizio di consulenza che l'autore mette a disposizione per chiunque voglia migliorare la propria vita.  
Attraverso una guida specifica formata da una "serie di passi" si potrà raggiungere quella consapevolezza del potere interiore. 
Il primo passo da compiere è proprio questo: diventare consapevoli di possedere questo potere. 
Il potere interiore significa infatti,  conoscere il "vero sé",  identificarsi in esso che rappresenta la nostra anima immortale, la scintilla divina che "viaggia" nello spazio cosmico del TUTTO. 
Il passo successivo è quello di condurre ogni individuo verso una nuova visualizzazione della propria vita: modificare alcune percezioni, pianificare la propria vita e realizzare i propri sogni. 
E come dicono i saggi..."Meglio sognare da svegli che addormentati!". 

In altre parole inizialmente devi diventare consapevole di quali schemi mentali ti porti dietro e dare uno "scossone" ai vecchi comportamenti abitudinari che ti limitano e ti impediscono di "vedere oltre". 
Siamo esseri infiniti, abbiamo la capacità di creare ciò che desideriamo e trasformare qualsiasi cosa. 

L'essere umano, infatti, ha la capacità di trasformare se stesso in primis, percorrendo un cammino di evoluzione dello spirito e della coscienza, ha anche un'altra straordinaria capacità: quella di illuminarsi, ovvero di giungere al risveglio. La cosa più importante da fare per "imparare" a risvegliarsi in questa vita è quella di CREDERE IN SE' STESSI, DECIDERE e AGIRE con determinazione, volontà e caparbietà senza mai allontanare dalla propria vita l'unica fonte di ricchezza da attingere costantemente e che possediamo dalla nascita...il flusso dell'amore. 
Il flusso è questo: più dai, più ricevi e più ti riempi, e se tutti imparassimo a dare, ricevere, riempirci, per poi donare di nuovo, saremmo tutti avvolti dal flusso di energia più potente che esiste in questo universo: un universo d'amore. 

Quando saremo in connessione con la nostra anima attraverso l'universo dell'amore potremo realizzare qualsiasi sogno poiché il risveglio universale ha una forza Superiore che "scolpisce" e modella il cuore di ogni essere umano. Quante più persone entreranno in connessione tra di loro attraverso questa energia, tante più persone potranno elevare la propria essenza risvegliando la propria vita.  

Realizzare il proprio sogno infatti significa condividere i nostri talenti e condividere la nostra conoscenza con il prossimo. Tutto questo fa parte di un progetto divino del quale ognuno di noi fa parte e che io chiamo il TUTTO. 

Quando si unisce la volontà come determinazione, a quella vibrazione energetica che abbiamo definito intento, si attiva quello che Carlos Castaneda chiamava lI Lato Attivo dell'Infinito. E' l'intero universo a muoversi per noi e qualunque tuo pensiero unito all'intento e alla volontà non può che essere eseguito in maniera istantanea ed in tempo presente. Non esiste forza più grande come l'unione di questi due elementi e l'essere umano è l'unico essere capace di amalgamare insieme questi due ingredienti, come un catalizzatore, creando qualunque cosa desideri. 
L'intento e la volontà creano la realtà. Puoi permetterti di realizzare il tuo sogno solo se allinei il tuo pensiero all'intento con un atto di volontà. 

Come suggeriva Bruce Lee " Non essere un'unica forma, adattala e costruiscila su te stesso e lasciala crescere: sii come l'acqua. Libera la tua mente, sii informe senza limiti..."

Adesso tocca a te....Inizia da subito... Inizia a pianificare la tua vita... Inizia a concretizzare il tuo sogno, non lasciarlo chiuso in "quel cassetto". Aprilo!
Apri la tua "porta" interiore e regalati una vita migliore... Fai attenzione alle tue opportunità, visualizza la tua realtà, vivi nella piena consapevolezza del presente, nel "qui ed ora" del tuo potere interiore e non farti condizionare dall'ego che spesso è causa di malesseri, tristezza e frustrazioni. Vivi sempre con amore, quell'amore puro e incondizionato in questo modo attirerai solo amore e positività nella tua vita. Questa è una delle chiavi per ottenere il successo e amare veramente la propria vita. 

Ti auguro di realizzare il tuo sogno e tutto ciò che desideri nella tua vita, ma mi auguro soprattutto che tu riconosca  TE STESSO come persona unica e infinita poiché risvegliandoti comprenderai che quel sogno tanto desiderato in realtà eri TU con il potere risvegliato! 
Anna A.